Blog
Home / Blog / Igiene e sterlizzazione / Test microbiologico, virale e fungino nella malattia parodontale
Test microbiologico parodontale, virale e fungino

Test microbiologico, virale e fungino nella malattia parodontale

Tracciare il profilo microbiologico di ogni paziente in cura è un atto dovuto nel tentativo di evidenziare le potenzialità patogene di un gruppo di 16 microrganismi imputati nella eziopatogenesi della malattia parodontale o piorrea.

La loro correlazione con la presenza di tasche parodontali, sanguinamento e pus ne fanno degli indiziati speciali se presenti in percentuali elevate.
La sola individuazione, invece, di questi batteri ci permette di agire precocemente e profilatticamente con l’obbiettivo di eradicarne la presenza ed evitare l’insorgenza della malattia parodontale.

Perchè fare un test microbiologico parodontale?

Il test microbiologico è quindi nello stesso tempo predittivo di malattia parodontale ma anche indicativo di una possibile evoluzione da patologia borderline a patologia parodontale conclamata.

E non è tutto! Infatti in relazione ai risultati di questi esami emerge una diagnosi parodontale più precisa e conseguentemente possono essere elaborati protocolli terapeutici specifici di grosso impatto terapeutico, migliorando o perfezionando la terapia, sia clinica che farmacologica.

La tecnologia usata in questi test è quella della PCR Real Time che è rapida, specifica ad elevata sensibilità e che permette di identificare i batteri nella loro qualità e quantità totale.
Ed ancora, gli esami di microbiologia risultano anche essere fondamentali nell’individuare un corretto protocollo di igiene orale quotidiana.

Ma come faranno questi batteri a creare infezione ed infiammazione?

Diversi sono i fattori di virulenza che vengono individuati in questi germi: da una tossina che danneggia le cellule dell’ospite e le difese immunitarie ad una inibizione della chemiotassi, alla presenza di enzimi che degradano il connettivo e riassorbono l’osso alveolare che circonda il dente… insomma una perfetta e sempre attiva macchina da guerra!

I virus della bocca: Herpes Simplex di tipo 1 e Epstein-Barr

Assieme a questi batteri lo stesso test analizza anche due virus, l’Herpes Simplex di tipo 1 e Epstein-Barr nella probabilità di un loro ruolo attivo nella patologia parodontale. Sono infatti numerosi gli studi che hanno evidenziato la presenza di questi virus nei pazienti con parodontite cronica rispetto a pazienti sani.

Candida Albicans: il fungo della bocca

La stessa analisi microbiologica e virale è in grado di evidenziare anche la presenza di un fungo, la Candida Albicans.
Questo micete, che normalmente è un fungo opportunistico e che a volte può diffondersi nella bocca prendendo il nome di mughetto, può essere rilevato nelle tasche parodontali profonde aggravando la patologia parodontale.

Test microbiologico parodontale, virale e fungino

Test microbiologico parodontale, virale e fungino

Conclusioni sul test microbiologico parodontale, virale e fungino:

In definitiva viene incoraggiato l’uso estensivo di questi test per le numerose e specifiche informazioni che vengono fornite allo specialista, indirizzandolo verso la terapia più appropriata da effettuare.

Bibliografia:

– Gatto M.R., Montevecchi M., Paolucci M., Landini M.P., Checchi L.,
Prevalence of six periodontal pathogens in subgingival samples of Italian patients with chronic periodontitis
New Microbiologica, 37, 517-524, 2014

– Montevecchi M., Angelini F., Checchi V., Gatto M. R., Checchi L.
Microbiological Distribution of Six Periodontal Pathogens Between Untreated Italian and Dutch Periodontal Patients
Oral Health & Preventive Dentistry, Vol. 14, n. 4, 2016, 329-337

– Checchi L., Checchi V., Farina R., Minenna L., Nieri V., Toselli L., Trombelli L., Zaetta A.
Validazione di un metodo per la valutazione del rischio parodontale. Lavoro italiano su Journal of Clinical Periodontology
Odontoiatria33, dicembre 2016, pagg.1-4

– Checchi L., Gatto M. R., Checchi V., Carinci F.
Bacteria prevalence in a large Italian population sample: a clinical and microbiological study
Journal of Biological Regulators & Homeostatic Agents, 2016, Vol 30, n. 2, 199-208

Tooth mousse
Tooth Mousse

Cosa bisogna fare per difendere i denti?
E difenderli da che cosa?
Dalla placca batterica? Dalla…

Read More
18.05.2020
igene mani lavaggio
Le mani: igiene, cura e protezione

Le mani sono fondamentali strumenti di lavoro, di vita e di relazione sociale e…

Read More
30.03.2020
Coronavirus il ruolo della bocca e del naso
Coronavirus: il ruolo della bocca e del naso

Il cavo orale è un ecosistema unico e particolare del corpo umano dove temperatura,…

Read More
24.03.2020
Coronavirus: mascherine chirurgiche e Dispositivi di Protezione Individuale

Sono tanti i colleghi, gli amici ed i pazienti che mi chiedono informazioni su…

Read More
10.03.2020
Menu