Sbiancamento Denti
Home / Servizi / Sbiancamento Denti

Sbiancamento Denti

Lo sbiancamento dei denti è un trattamento estetico eseguito in ambulatorio odontoiatrico e/o domiciliarmente per rimuovere pigmentazioni, inestetismi cromatici e per ravvivare l’estetica del dente e del sorriso.

L’estetica ottimale del sorriso

Al giorno d’oggi l’estetica ha assunto una valenza sociale assai importante al punto che tutti desidererebbero avere i denti bianchi, bianchissimi, con un sorriso luminoso, ma non tutti sanno che ciò è possibile in quanto permane l’idea che lo sbiancamento dentale sia dannoso e addirittura rischioso per la salute dei propri denti.

Perché si macchiano i denti?

Iniziamo a capire intanto i motivi per i quali il nostro smalto dentale si macchia o diventa più scuro e grigiastro. Quando parliamo di macchie o discromie dentali possiamo riferirci a due tipologie di fenomeni: estrinseci o intrinseci.

Il primo fenomeno si manifesta sopra la superficie dei denti; le discromie intrinseche invece sono presenti tra micro-porosità o micro-fessure dello smalto o più in profondità, nella dentina (che è lo strato di dente sottostante lo smalto).

Le cause più comuni di denti macchiati sono: il fumo, l’assunzione di the, caffè e liquirizia o di determinati farmaci.

In cosa consiste lo sbiancamento dentale?

Tutti i prodotti ad uso domiciliare che vediamo in tv, pubblicità e farmacia, quali dentifrici e collutori ad azione sbiancante, sono capaci di agire su parte delle discromie estrinseche (ma attenzione all’alto coefficiente di abrasività!), mentre solo gli agenti sbiancanti ad uso professionale sono in grado di agire efficacemente nel rimuovere le pigmentazioni estrinseche più ostinate e le discromie intrinseche profonde.

I prodotti per lo sbiancamento dei denti utilizzati da noi dentisti sono dei gel a base di un agente sbiancante attivo che può essere il Perossido di Idrogeno oppure il Perossido di Carbamide. Questi agenti sono in grado di penetrare nello smalto dei denti raggiungendo ed eliminando le molecole responsabili di macchie e discromie dentali. A contatto con la macchia, l’agente sbiancante rilascia dei radicali liberi di ossigeno capaci di eliminare le macchie.

Questo fenomeno si accentua particolarmente nelle aree di contatto interdentali dove il giallo permane abitualmente nonostante i tentativi di rimozione con tecniche igieniche professionali.

Sbiancamento denti prima e dopo

Quando fare lo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento va eseguito subito dopo una seduta di detartrasi professionale, cioè l’igiene che viene eseguita in studio. Essendo lo sbiancamento un trattamento estetico, ha senso eseguirlo quando ci si accorge di avere i denti giallastri, scuri o di un colore non gradevole. È il paziente stesso insomma che può richiedere lo sbiancamento quando non è soddisfatto del colore dei propri denti

Su quali tipi di macchie funziona?

Lo sbiancamento è efficace nella rimozione di entrambe le macchie (o discromie) dentali estrinseche o intrinseche. Le prime si manifestano sopra la superficie dei denti; le discromie intrinseche invece sono presenti tra micro-porosità o micro-fessure dello smalto o più in profondità, nella dentina (che è lo strato di dente sottostante lo smalto).
Le uniche “macchie” sulle quali lo sbiancamento non può agire sono quelle legate a delle anomalie dello sviluppo di smalto e dentina.

Quanto dura lo sbiancamento dei denti

L’effetto dello sbiancamento ha una durata variabile, che dipende molto dalle abitudini del paziente. Nei fumatori ad esempio, è vero che si ottengono i risultati più eclatanti, ma è altrettanto inevitabile che l’effetto duri meno a causa dell’azione macchiante derivante dal fumo. Lo stesso discorso può valere per i consumatori abituali di the e caffè.
In questi casi è consigliato uno sbiancamento domiciliare, utilizzando delle mascherine in resina personalizzate fornite dal dentista, nelle quali bisognerà posizionare il gel sbiancante prima di indossarle e prima di andare a dormire.

Precauzioni per un risultato ottimale: cosa bere e mangiare dopo lo sbiancamento denti

In seguito allo sbancamento si sconsiglia per almeno 24 ore l’assunzione di:

  • cibi troppo caldi o troppo freddi;
  • cibi o bevande molto zuccherati;
  • cibi o bevande acidi;
  • cibi o bevande colorate (succhi di frutta, frutti rossi, liquirizia, …);
  • cibi o bevande con capacità macchianti (the, caffè, vino rosso…).

 

È di fondamentale importanza il ricordarsi che, al fine di ottenere un risultato migliore, prima di iniziare uno sbiancamento dei denti è necessario eseguire un’accurata detartrasi per rimuovere placca, tartaro ed eventuali macro pigmentazioni presenti.

Esistono effetti collaterali allo sbiancamento dei denti?

Lo sbiancamento dentale professionale è attualmente una procedura routinaria, non rovina lo smalto dei denti e permette ottimi risultati estetici. Gli effetti collaterali raramente riscontrati sono l’ipersensibilità dentinale al freddo e lievi erosioni della gengiva, del tutto reversibili in breve tempo.

Quanto dura lo sbiancamento dei denti

La durata del trattamento di sbiancamento dei denti varia a seconda degli stili di vita e ha un effetto medio di circa 3-8 mesi.

Lo sbiancamento dei denti fa male?

Lo sbiancamento dentale non è un trattamento doloroso ma può rendere il dente maggiormente sensibile per le 72 ore successive al trattamento. Durante queste prime ore è importante evitare cibi che potrebbero colorare il dente, come the, caffè, fragole, pomodoro, curry e bevande gassate oltre che il fumo.

Come avviene lo sbiancamento dei denti nel nostro studio a Bologna

Lo sbiancamento denti avviene mediante l’applicazione sui denti di un gel di perossido di carbamide che, liberando ossigeno, penetra superficialmente nel dente eliminando le sostanze che ne pigmentano la struttura dentaria.
Va ricordato che possono essere trattati con buoni risultati anche quei denti che, trattati endodonticamente (devitalizzati), tendono con il tempo a diventare più scuri.
L’inserimento all’interno del dente di sostanze capaci di liberare ossigeno, permette, in alcune sedute, al dente devitalizzato di recuperare il colore originario o comunque un colore accettabile.

Vi aspettiamo presso l’ambulatorio privato di odontoiatria Prof. Luigi Checchi a Bologna. Prenotate un appuntamento telefonando al numero +39.334.1951951 oppure

scriveteci per prenotare una visita di controllo


Bibliografia
– American Dental Association. Statement on the Safety and Effectiveness of Tooth Whitening Products, 2012 (www.ada.org/en/member-center/oral-health-topics/whitening).
– Mokhlis GR, Matis BA, Cochran MA, and Eckert GJ. A clinical evaluation of carbamide peroxide and hydrogen p eroxide whitening agents during daytime use. JADA 2000;131(9):1269-1277. www.jada.info/cgi/content/full/131/9/1269.
– Haywood VB. The “bottom line” on bleaching 2008. Inside Dentistry. February 2008; 2-4.

Prof. Luigi Checchi - Studio Odontoiatrico Bologna
Stop alle estrazioni !

Migliaia di denti vengono estratti tutti i giorni perchè affetti da parodontite ed i…

Read More
05.11.2018
Test microbiologico parodontale, virale e fungino
Test microbiologico, virale e fungino nella malattia parodontale

Tracciare il profilo microbiologico di ogni paziente in cura è un atto dovuto nel…

Read More
16.09.2020
placca batteria - piorrea
Piorrea: cause, sintomi e cure

“Ho la piorrea”
“Il mio papà ha perso tutti i denti per la piorrea”
“La piorrea…

Read More
07.10.2019
Massaggio gengivale studio odontoiatrico checchi Dentista a Bologna
Il massaggio gengivale nella malattia parodontale: stato dell’arte.

Il massaggio gengivale è uno dei punti fondamentali della terapia dei pazienti parodontali nei…

Read More
12.02.2020
Menu