Blog
Home / Blog / Ho male in bocca: cosa fare?
Mal di denti cosa fare Prof. Checchi Bologna

Ho male in bocca: cosa fare?

Come si sta bene quando tutto il nostro corpo funziona e reagisce positivamente ai nostri stimoli con un perfetto automatismo!
E come siamo orgogliosi della salute e dell’estetica della nostra bocca e del nostro sorriso quando i denti sono sani e puliti!
La nostra vita scorre piacevolmente fino al momento in cui qualche cosa nel nostro corpo, nella nostra bocca, incomincia a darci dei flebili ma ripetuti segnali di avvertimento che vengono però da noi regolarmente ignorati.

“Domani!”

Questa è la risposta che siamo soliti darci:

“domani cambio, domani faccio, domani inizio!”

Ma il domani è già oggi e quei segnali prematuri che abbiamo trascurato si sono già trasformati in malattia.
Ed ecco quindi la richiesta di aiuto che prende il nome di odontoiatra o parodontologo o ortodontista, insomma uno specialista del settore odontoiatrico.

Scarsa igiene orale, alimentazione, piorrea

La scarsa igiene orale, spesso associata ad una alimentazione scorretta con un eccesso di carboidrati, è la causa principale dei problemi orali in quanto favorisce lo sviluppo di carie e di malattia parodontale, altresì denominata piorrea.

E allora che cosa fare per mantenersi sani?

Premesso che è indispensabile rivolgersi quanto prima al proprio dentista o parodontologo di fiducia, vanno comunque presi in esame una serie di passaggi che possono aiutarci a capire se quello che stiamo facendo in termini generali sia corretto, sia sotto-stimato o iper-stimato ed, in definitiva, se siamo o meno in salute.

Esame parodontale: a cosa serve?

La valutazione che personalmente faccio ai miei nuovi pazienti in prima visita è quella di controllare lo stato delle gengive, il loro colore (rosa o rosso, bluastro?), la loro forma (a lama di coltello o bulbosa?), la papilla interdentale (triangolare e piatta o decapitata o rilevata?), nonché la profondità di tasca e cioè di quanti millimetri la mia sonda parodontale scende sotto alla gengiva (se più di 4 mm allora vi può essere un problema, la piorrea).

Mal di denti cosa fare Prof. Checchi Bologna
Sonda inserita nel solco gengivale al fine di evidenziare la presenza o meno di malattia parodontale o piorrea

Questo importante esame deve essere sempre e comunque validato da radiografie endorali (non ortopantomografia), essenziali per potersi avvicinare quanto più possibile alla verità clinica.

Ho mal di denti cosa fare Prof. Checchi Bologna
Radiografie endorali

Quante volte i pazienti mi hanno chiesto di non fare radiografie, non capendo che esse permettono numerose considerazioni che, insieme all’esame clinico parodontale del sondaggio, porteranno ad un piano di trattamento con o senza chirurgie, con o senza estrazioni, con più o con meno costi? Vi sembra poco tutto questo?

Diagnosi, terapia e controllo della piorrea

Tutto ciò consente di fare ora una corretta diagnosi, di avere indicazioni cliniche per il futuro piano di trattamento (che può significare fare o meno chirurgie) e di poter controllare, ripetendo radiografie e sondaggi nel tempo, l’andamento osseo della malattia parodontale.
Solo alla fine di questi due esami, quello clinico e quello radiografico, il paziente sarà in grado di conoscere il suo stato orale ed il parodontologo potrà stabilire un corretto protocollo terapeutico e far decidere compiutamente al suo paziente quale strada intraprendere.


Bibliografia:

L. Checchi
In tema di Parodontologia: Metodica d’analisi medica in corso di terapia parodontale
Dental Cadmos 3/1985, pag. 105-110

L. Checchi
In tema di Parodontologia: L’esame parodontale
Dental Cadmos 10/1985, pag. 97-104

L. Checchi
In tema di Parodontologia: Il piano di trattamento
Dental Cadmos 12/1985, pag. 85-88

L. Checchi, C. D’Achille, A. Montella
Dossier: Il tartaro e la malattia parodontale
Dental Cadmos 8/1991 pag. 80-95;

Digrigni i denti? Sei un bruxista? Ecco la soluzione!

Il sistema masticatorio è un’unità assai complessa, responsabile di due attività: quelle funzionali e…

Read More
10.12.2019
Resveratrolo prevenire parodontite Studio odontoiatrico Luigi Checchi Bologna
Resveratrolo, piorrea e stress ossidativo

L’ossidazione è una reazione chimica che trasferisce elettroni da una sostanza ad un ossidante….

Read More
23.01.2020
Prof. Luigi Checchi - Studio Odontoiatrico Bologna
Cosa comprare per l’igiene della nostra bocca? Guida pratica.

Quando ci rechiamo in farmacia o al supermercato ad acquistare prodotti per l’igiene orale…

Read More
11.06.2020
infuso di te ricco di fluoro
Alimentazione sana per denti sani

Siamo abituati da sempre a vedere e considerare la bocca in termini…

Read More
14.08.2019
Menu