Blog
Home / Blog / Il paradenti: come proteggere i nostri denti durante lo sport
Frattura di un incisivo superiore a seguito di una gomitata durante partita di pallanuoto.

Il paradenti: come proteggere i nostri denti durante lo sport

I dati epidemiologici ci indicano l’esistenza di un trend in aumento di traumi dentali, specie di origine sportiva, campo questo dove la prevenzione è quasi assente o comunque inadeguata nonostante le linee guida ministeriali facciano specifici riferimenti… il personale dei centri sportivi consigli l’uso di paradenti… all’uso di paradenti.
Il mouth guard o paradenti è un dispositivo orale creato ed utilizzato per proteggere non solo i denti ma anche l’articolazione temporo mandibolare riducendo e ridistribuendo le forze di scarico frontali.

Nella fotografia: frattura di un incisivo superiore a seguito di una gomitata durante partita di pallanuoto.

Paradenti per chi pratica sport e non solo

Questa protezione nasce all’inizio del 1900 in ambito pugilistico londinese, “espandendosi”, sia pur limitatamente e solo dopo gli anni ‘70 in ambito sportivo (lotta libera, rugby, football americano e comunque negli sport di contatto) ed in odontoiatria per terapie articolari.
Rimane però inspiegabile l’uso limitato a questi sport quando proprio le statistiche indicano che anche altre attività sportive quali lo sci, la pallavolo, il ciclismo, il basket, lo skateboarder, tutte le arti marziali, il motocross ed il calcio riportino una percentuale assai ampia di traumi dentali.

Quale paradenti scegliere?

Due sono i paradenti che si possono utilizzare: quelli già preformati o commerciali e quelli personalizzati.

Paradenti commerciali non personalizzati o preformati

Questi sono di due misure ovvero per bambino o per adulto, creati quindi su arcate standard, senza alcuna personalizzazione e con conseguente possibilità di caduta una volta aperta la bocca.
Da notare che, per questa tipologia di paradenti, anche a bocca chiusa i contatti non sono uniformi e, in caso di trauma, la mandibola, unico osso mobile del cranio, non avrebbe alcuno stop (dato dalla interdigitazione con l’arcata antagonista) e quindi l’urto verrebbe ad essere moltiplicato con la possibilità di creare addirittura più danni.
Inoltre, un uso continuativo potrebbe agevolare spostamenti ortodontici nonchè decubiti alle mucose.
Infatti l’inserimento di questi dispositivi, specie se prodotti con materiali duri e se portati per ore ed ore durante gli allenamenti, potrebbe determinare lesioni alla mucosa orale, specie al palato.

Paradenti commerciali personalizzati

Esistono però anche paradenti commerciali personalizzati distribuiti dai negozi sportivi, dalle farmacie o acquistabili su Internet, dove però lo sportivo deve effettuare personalmente la registrazione dell’arcata, procedura questa che è soggetta ad errori con successiva errata occlusione sul paradenti che, inserito in bocca amplificherebbero il danno in caso di trauma sportivo.

I vantaggi di questi paradenti stanno nel prezzo davvero basso che ha espulso dal mercato il dentista con il suo prodotto personalizzato e le esigenze (sport praticato) del singolo paziente il quale raramente vuole approfondire il problema e capire che cosa stia alla base di una così grossa differenza di prezzo.

Paradenti personalizzati di qualità

L’odontoiatra è l’unico che può creare un apparecchio su misura diminuendo al minimo i rischi correlate ai traumi o contusioni.
In secondo piano ma non per questo meno importante la possibilità di personalizzare il manufatto sia con colori che con loghi o disegni.
Ma l’argomento più importante comunque non è l’estetica ma il fatto che il prodotto finale, il paradenti, essendo creato sull’impronta reale del paziente, risulta più preciso, di maggior confort, migliore respirazione, ingombro controllato, ma specialmente una protezione maggiore. Questo argomento sarà oggetto però di una prossima pubblicazione.

Bibliografia
– Green JI.
The Role of Mouthguards in Preventing and Reducing Sports-related Trauma.
Prim Dent J. 2017 May 1;6(2):27-34. doi: 10.1308/205016817821281738. PMID: 28668098 Review.

– Black AM, Patton DA, Eliason PH, Emery CA
Prevention of Sport-related Facial Injuries.
Clin Sports Med. 2017 Apr;36(2):257-278. doi: 10.1016/j.csm.2016.11.002. Epub 2017 Jan 11. PMID: 28314416 Review.

– Rowson S, Bland ML, Campolettano ET, Press JN, Rowson B, Smith JA, Sproule DW, Tyson AM, Duma SM
Biomechanical Perspectives on Concussion in Sport.
Sports Med Arthrosc Rev. 2016 Sep;24(3):100-7. doi: 10.1097/JSA.0000000000000121. PMID: 27482775 Free PMC article. Review.

– Fabio Fantozzi
Paradenti per lo sports: cos’è indispensabile sapere
Edizione Martina 2015

Denti fluoro
Fluoro e denti

Il fluoro è un oligo elemento di straordinaria importanza per l’odontoiatra e…

Read More
20.11.2019
Coronavirus il ruolo della bocca e del naso
Coronavirus: il ruolo della bocca e del naso

Il cavo orale è un ecosistema unico e particolare del corpo umano dove temperatura,…

Read More
24.03.2020
Gravidanza: ormoni, epulide e sanguinamento gengivale

Parlare di gravidanza dal punto di vista odontoiatrico è assai semplice se si fotografa…

Read More
15.11.2020
Malattie della bocca

La bocca può essere interessata da molteplici malattie e può essere causa di affezioni…

Read More
15.10.2020
Menu