Blog
Home / Blog / Il dente del giudizio inferiore: quanto tempo impiega ad uscire?

Il dente del giudizio inferiore: quanto tempo impiega ad uscire?

L’eziologia e la frequenza di inclusione del terzo molare inferiore sono state nel recente passato oggetto di attenzione per le numerose problematiche cliniche rilevate.

Dove si trova il dente del giudizio inferiore

Il follicolo del dente appare e si forma intorno ai 6-7 anni distalmente al secondo molare e si presenta come un’immagine radiotrasparente simile ad una cisti ma il suo processo di mineralizzazione si completa solo verso i 16-18 anni.
Se all’età di 14-16 anni il germe non è ancora visibile radiograficamente si deve parlare di agenesia o di sua mancanza.

Quando esce il dente del giudizio

Il germe del terzo molare inferiore si trova, all’inizio della sua formazione, a livello della branca mandibolare, subisce poi un movimento di rotazione all’indietro, cioè verso distale, per poter raggiungere la normale posizione a livello del piano occlusale.
Questo movimento di eruzione inizia allorquando comincia il processo di formazione delle radici che determineranno il raddrizzamento del germe.
L’eruzione si completa verso i 20 anni ma, nel processo eruttivo, diversi sono i fattori che possono intervenire alterando la fisiologica fuoriuscita del dente, tra i quali troviamo la mancanza di spazio e la sua iniziale inclinazione.
Questo processo eruttivo avviene in un’area sede di una struttura anatomica assai importante denominata canale mandibolare, contenente il nervo mandibolare o alveolare inferiore.
Un impedimento alla crescita del dente del giudizio inferiore può quindi determinare una continuità più o meno accentuata delle radici dello stesso con il canale mandibolare. E qui sta il problema perché le radici devono adattarsi a questi processi eruttivi ostacolati, crescendo e sviluppandosi in stretta vicinanza con il canale con formazioni di apici curvi.

 

Diverse conformazioni radicolari del dente del giudizio in rapporto al canale mandibolare.
Tratto da “Terzi molari inclusi. Soluzioni terapeutiche”, L. Checchi, G. Monaco. Edizioni Martina 2001

Conclusioni sull’estrazione del dente del giudizio

Per tutti coloro che estraggono questi denti senza esami diagnostici appropriati si ha una reale possibilità di terminare l’estrazione con una parestesia del nervo stesso.
Ripetiamo come sia fondamentale in tutti quei casi in cui vi sia, dall’analisi radiografica OPT una visione di stretta contiguità delle radici del terzo molare inferiore con il canale mandibolare, di eseguire una TAC al fine di stabilire assieme al paziente una linea di condotta terapeutica comune e ragionata.
In questi casi in cui le procedure chirurgiche di estrazione presentino un alto rischio di lesione temporanea o permanente del nervo alveolare va presa in seria considerazione la disinclusione del terzo molare incluso tramite l’ortodonzia estrattiva.
Tale tecnica consiste nell’annullare i rapporti di contiguità tra il terzo molare e il canale mandibolare, trasformando un’estrazione complessa in un’estrazione assai più semplice.
Vi raccomandiamo pertanto di far effettuare un attento inquadramento del caso clinico e una precisa lettura degli esami radiografici prima di intraprendere qualsiasi tipo di terapia chirurgica.

Bibliografia:

– L. Checchi, G. Alessandri Bonetti, G. A. Pelliccioni
Removing high-risk impacted mandibular third molars: a surgical-orthodontic approach
Journal of American Dental Association 127(8); 1996

– Montevecchi, G. Monaco, M. R. A. Gatto, L. Checchi
The radiological prediction of nerve injury during third molar surgery
Abstracs of the 37th Annual Meeting of the Continental European Division of the International Association for Dental Research
Rome, September 5-8; 2001

– L.Checchi, G. Monaco
Terzi molari inclusi. Soluzioni terapeutiche
Edizioni Martina Bologna 2001

– G. Monaco, M. Montevecchi, M. R. A. Gatto, G. Bonetti, L. Checchi
Protocollo radiografico per la valutazione del rischio estrattivo nella chirurgia del terzo molare inferiore
Rivista Italiana di Stomatologia 2002; 15: 15-20

– G. Monaco, M. Montevecchi, G. Alessandri Bonetti, M. R. A. Gatto, L. Checchi
Reliability of panoramic radiography in evaluating the topographic relatioship between the mandibular canal and impacted third molars
Jada, vol. 135, March 2004; pagg. 312-318

Coronavirus: mascherine chirurgiche e Dispositivi di Protezione Individuale

Sono tanti i colleghi, gli amici ed i pazienti che mi chiedono informazioni su…

Read More
10.03.2020
infuso di te ricco di fluoro
Alimentazione sana per denti sani

Siamo abituati da sempre a vedere e considerare la bocca in termini…

Read More
14.08.2019
Arance vitamina C e piorrea
Vitamina C e malattia parodontale

Il concetto di malattia parodontale è basato essenzialmente su due componenti, da una parte…

Read More
26.09.2019
Placca batterica, sonda parodontale nella tasca, malattia parodontale o piorrea.
Piorrea e alimentazione

Come non ammalarsi di piorrea in un ambiente come il nostro dove la scelta…

Read More
31.07.2020
Menu