Blog
Home / Blog / Alimentazione e denti sani / Fluoro e denti
Denti fluoro

Fluoro e denti

Il fluoro è un oligo elemento di straordinaria importanza per l’odontoiatra e per i suoi pazienti sia per la prevenzione della carie (specie nell’infanzia, periodo di accrescimento dei denti) che per l’estetica, promuovendo – inserendosi – la cristallizzazione dell’apatite, che è il principale componente dello smalto dentale.
Esso viene assorbito facilmente nel tratto gastrointestinale (superiore al 90%) ma poi subisce una ripartizione altamente disomogenea per un elevato tasso di captazione da parte di osso e denti pari al 50% di quanto assorbito. Questo avviene per l’elevata affinità di questo minerale con i tessuti duri rendendoli più compatti e più resistenti.

A cosa serve il fluoro?

Il ruolo fisiologico più importante del fluoro sta nella prevenzione della carie dentale con un’azione sostitutiva di incorporazione sulla superficie esterna (dei cristalli di idrossi-apatite) dello smalto con un rivestimento di fluoro idrossi-apatite più resistente nei confronti degli acidi prodotti dalla placca batterica (che causano dissoluzione parziale dei cristalli di carbonati idrossi–apatite dello smalto). Se dunque il fluoro come oligominerale è presente nella saliva esso aiuta questi cristalli a remineralizzarsi prevenendo la demineralizzazizone dello smalto con un effetto anticarie nonché estetico.

Dove si trova il fluoro?

Il fluoro arriva all’organismo attraverso gli alimenti con un ottimo coefficiente di assorbimento.
Ricordiamo che il calcio ne diminuisce l’assorbimento, i lipidi lo aumentano e che il fluoro è ubiquitario nei cibi ma con una prevalenza nel pollame, nei pesci e frutti di mare, nelle acque che beviamo e specialmente nelle foglie di the.

Il fluoro funziona?

Sul motore di ricerca Pub Med sono 6586 gli articoli correlati al fluoro, segnale questo di incertezze ancora presenti specie per quanto riguarda i livelli di sicurezza e la fluorosi.
Vi sono però alcuni punti scientificamente accertati:

a) sempre dopo i primi 6 mesi di vita e fino ai 24 mesi, 0,05 – 0,07 mg/kg il che equivale, per un bambino di 5 kg, ad una pastiglina di 0,25 mg die, dose che può essere aumentata con l’età.

 

Conclusioni sul fluoro e i denti

Ricordarsi, come su tanti altri argomenti, di non farsi coinvolgere dalle lobby pro o anti fluoro che, ricordo, alle dosi raccomandate, non è dannoso, non è neurotossico, non dà fluorosi e che deve essere raccomandato e prescritto per ottenere una dentatura sana, bella e resistente.

Fluoro Denti


Bibliografia:

Recenti orizzonti sul fluoro
G. Gallusi, Edi. Press, 1994

– Current Guidance for Fluoride Intake: Is It Appropriate?
Mejàre I.
Adv Dent Res. 2018 Mar;29(2):167-176. doi: 10.1177/0022034517750589. Review.

– Review of Fluoride Intake and Appropriateness of Current Guidelines.
Buzalaf Mar.
Adv Dent Res. 2018 Mar;29(2):157-166. doi: 10.1177/0022034517750850. Review.

– Water fluoridation: It really is this simple.
Hull and the East Riding of Yorkshire LDC.
Br Dent J. 2017 May 12;222(9):644. doi: 10.1038/sj.bdj.2017.383. No abstract available.

Lo spazzolino elettrico

Una buona igiene orale avviene attraverso la rimozione della placca batterica, preservando la dentizione…

Read More
21.04.2020
piano nutrizionale post intervento chirurgico Prof Checchi Dentista a Bologna
Consigli post chirurgici e piano nutrizionale

La chirurgia orale è spesso fonte, oltre che di dolore, anche di un certo…

Read More
15.07.2020
Faccette dentali
Cosa sono le faccette dentali in ceramica?

La faccetta è una sottile lamina di ceramica che riveste la superficie visibile del…

Read More
17.10.2019
BOCCA SANA SENZA EPULIDE GENGIVALE
Estetica e benessere per la propria bocca

Che cosa vuol dire, oggi, stare bene?

Per pulirsi i denti, può essere sufficiente utilizzare…

Read More
01.05.2019
Menu